I panini al latte mi ricordano le mattine d’estate sulla riviera del Conero, quando con la nonna ci fermavamo dal panettiere di fiducia per farne scorta e già nel tragitto per la spiaggia ne mangiavamo almeno due a testa. 

La consistenza quasi impalpabile della mollica, il profumo di latte, il sapore né dolce né salato, non so se esista qualcosa di così delicato e al contempo irresistibile.

Qualche sera fa ero a casa da sola, avevo appena finito di cenare e mi sono buttata sul divano a leggere libri di ricette più per trovare nuove idee per il futuro che per mettermi subito all’opera.

Invece sono capitata su questa ricetta e mi sono subito convinta a provarla, nonostante sapessi che per aspettare la giusta lievitazione avrei finito per andare a letto tardissimo.
Ma si sa, quando la voglia di bakery chiama, è difficile ignorarla.

Eccola qui!

Ingredienti

Farina Manitoba 150 gr
Farina 00 350 gr
Zucchero 60 gr
Burro 50 gr
Sale 10 gr
Lievito di birra fresco 7 gr
Latte 300 ml
Un uovo (per spennellare)

Come fare

Fai fondere il burro a bagnomaria e lascia che si raffreddi. Nel frattempo versa la farina Manitoba e la farina 00 setacciate insieme in una ciotola, aggiungi il lievito e poi lo zucchero. Piano piano versa sopra il latte e comincia a impastare finché non avrai amalgamato gli ingredienti e poi aggiungi il burro fuso a temperatura ambiente e il sale.

Scegli un piano di lavoro sul quale l’impasto non attacchi (puoi ungerlo un po’ con dell’olio per facilitarti il procedimento) e lavora a lungo affinché diventi elastico, liscio e senza bolle.
Alcuni dicono di lavorarlo almeno 15 minuti, altri persino 30. Quello che è certo è che più maneggi l’impasto più questo diventerà omogeneo.
Quando ti senti soddisfatto, crea una palla che metterai in una ciotola capiente leggermente imburrata. Coprila con la pellicola trasparente e mettila in forno a lievitare per due ore minimo.

Una volta conclusa la prima lievitazione, forma delle specie di filoni, tagliali con il tagliapasta o con un coltello non seghettato e forma delle palline del diametro di circa 5 cm.

Dopodiché spennella i panini con l’uovo ben sbattuto a forchetta (puoi aggiungerci un goccio di latte, se preferisci una doratura più soft), disponili sulla leccarda ricoperta di carta da forno e fai attenzione che siano abbastanza lontani l’uno dall’altro.
Rimettili in forno e fai lievitare ancora 40 minuti, dopodiché tirali fuori, preriscalda il forno statico a 200° e cuoci per 12 minuti circa, finché la superficie non sarà dorata.

Falli raffreddare fuori del forno e mangiali come vuoi tu! Io li adoro con la marmellata di lamponi la mattina, ma anche con la mortadella per uno spuntino o con stracciatella e melanzane sottolio per aperitivo.

Se provate a farli, fatemi sapere cosa ne pensate e se avete altre ricette alternative non esitate a condividere!

(Ph Sara Ottavia Carolei/Style Behind)

Cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...