Se vi dicessero che dal mondo spariranno per sempre tutte le serie TV e che ne potete salvare soltanto una, quale scegliereste?
Io sarei in seria difficoltà, perché ce ne sono almeno dieci dalle quali non mi staccherei mai.

Per fortuna per ora nessun demone oscuro ha lanciato questa maledizione e Netflix sembra sempre più sul pezzo, ma non si sa mai.

Nel dubbio io ho stilato una lista di quelle per le quali sarei pronta a combattere fino all’ultimo episodio.
Sicuramente noterete una predominanza fortissima del genere teen + horror + fantasy + dystopian.
Che ci posso fare, inutile che vi venga a dire che la mia serie preferita è Breaking Bad perché mentirei spudoratamente.

NB: Questa non è una classifica, perché chiedermi di fare delle preferenze sarebbe come chiedermi di scegliere tra Smilla e Teodora.

Gossip Girl (2007-2012)

Sul fatto che Gossip Girl (o GG, per le amiche) sia una tra le serie più iconiche di sempre non c’è da discutere.
Io ho cominciato a guardarla proprio mentre passavo alcuni mesi a Manhattan e beh, che dire, mi ci sono super affezionata.
Conosco a memoria la progressione degli episodi, ricordo i nomi completi di tutti i personaggi, anche quelli che sono passati solo mezza volta e potrei sistemare il guardaroba di Blair meglio di Dorota.
Dopo aver pianto tutte le lacrime che avevo e non avevo con l’episodio finale, ho aspettato un paio di mesi e poi ho ricominciato a guardarla da capo.
E l’avrò fatto almeno quattro volte, finché non l’ho fatta conoscere a mia cugina e lì è stata la fine.
Abbiamo istituito un appuntamento settimanale e passato serate intere sotto il piumone a gridare “Ok, metti in pausa, mi devo accendere una sigaretta perché Chuck Bass sta per dichiarare guerra per l’ennesima volta a Blair Waldorf”.
Per fortuna che ho smesso di fumare, dico solo questo.

Gilmore Girls (2001-2007 + 2016)

Meglio conosciuto in Italia come Una mamma per amica, questa serie ha letteralmente accompagnato la mia adolescenza.
Mi ha fatto desiderare i caffè bollenti di Luke, i dolci di Sookie, la dedizione allo studio di Rory e anche un tizio come Jess Mariano (se riusciamo a sorvolare sull’abbinamento improbabile di nome e cognome che gli hanno dato gli autori).
Ma soprattutto mi ha resa fiera di avere, davvero, una mamma per amica.

Teen Wolf (2011-2017)

Ho guardato i primi due episodi appena sono usciti e poi, non so nemmeno io perché, l’ho lasciata in stand-by.
Qualche mese fa l’ho ripresa e me ne sono innamorata.
Adesso sono alla quarta stagione in procinto di recuperare e anche se (SPOILER ALERT) non sono per niente d’accordo con la morte di Alison e con la relazione di Scott con quella lessa di Kira, non posso smettere di guardarla.
Soprattutto perché aspetto l’esplosione della love story tra Stiles e Lydia.

The Vampire Diaries (2009-2017)

Ok, ci sono. Adesso mi ricordo perché avevo abbandonato momentaneamente Teen Wolf.
Tutta colpa di The Vampire Diaries e dell’atmosfera di Mystic Falls.
Elena non mi è mai stata molto simpatica e a dire il vero non c’è un personaggio in particolare nella storia che mi piaccia più degli altri, ma la trama e l’ambientazione e la presenza di tutti gli esseri soprannaturali che più mi affascinano bastano e avanzano per farmela amare follemente.

Streghe (1998-2006)

Unico caso al mondo di traduzione di un titolo che migliora con l’italiano (l’originale Charmed non mi ha mai convinta), questa serie è forse in assoluto quella alla quale sono più affezionata.
Ho passato tutti gli anni delle medie e i successivi a sognare di svegliarmi nella soffitta delle sorelle Halliwell e di fare colazione con loro in cucina.
Anzi, a dire la verità non ho ancora smesso.
Sarei persino in grado di tollerare l’acidità di Piper pur di distruggere mezzo Halliwell Manor combattendo demoni truccati malissimo che si materializzano dentro strane sfere che sembrano fatte di Crystal Ball.

Revenge (2011-2015)

A parte Kill Bill che non mi è mai piaciuto per niente (non sono molto tipo da Tarantino lo sapete già), le storie di vendetta hanno su di me lo stesso effetto che lo scotch per sollevare il seno ha su Kim Kardashian: non posso farne a meno anche se so che fanno male.
Nel caso di Revenge l’ispirazione è la storia di vendetta per eccellenza, Il conte di Montecristo di Alexandre Dumas père, trasposta però negli scintillanti Hamptons dove una giovane in cerca di giustizia si fa strada a colpi di piani diabolici, frecciatine, relazioni d’amore costruite a tavolino e hackeraggi selvaggi per raggiungere il suo scopo.
Menzione speciale per il suo fidatissimo alleato miliardario, folle, brillante ed esilarante Nolan Ross.
E per (SPOILER ALERT) la scena in cui Nolan si presenta con una T-shirt con sopra stampata la sua stessa foto segnaletica.
Altra menzione speciale per la coppia più infuocata di sempre: Victoria & Conrad Grayson.
Belli, ricchi e cattivi come non se ne vedevano da La guerra dei Roses.

Twin Peaks (1990-1991)

Qui forse riguadagnerò un po’ di fiducia da parte dei veri cinefili dopo una carrellata di serie che so che a molti fanno storcere il naso.
Inutile che mi spenda in complimenti alla serie più geniale mai creata (da David Lynch poi), dico solo che quando uscirà questa sorta di nuovo seguito di cui tanto parlano, io disdirò ogni mio impegno.
A proposito, ne sapete qualcosa in più? Altrimenti dovrò provare a chiedere alla Signora Ceppo.

Friends (1994-2004)

Mi piace guardare Friends in camera mia con la mamma mentre mangiamo le rotelle di liquirizia”.
Questo l’estratto di un mio tema della prima media. La traccia era qualcosa come “La tua famiglia e il cibo”.
La prof si deve essere allarmata, non me lo ricordo, ma per me quella frase resta un meraviglioso emblema dei miei momenti più belli.
Ridere fino alle lacrime per le scemenze di Joey e Chandler, imparare a memoria le canzoni terrificanti di Phoebe sui gatti rognosi, tifare per Rachel & Ross e per il loro amore nato tra le uova di dinosauro dell’American Museum of Natural History, pensare al Central Perk come a casa.
Felicità e leggerezza allo stato puro.

Pretty Little Liars (2010-2017)

Per Pretty Little Liars ho una vera malattia, di quelle serie.
Del tipo che sono arrivata al quindicesimo episodio della quinta stagione, ho aspettato che rivelassero l’identità di A. nel decimo episodio della sesta stagione e poi ho passato una domenica intera a recuperarli tutti.
Quando dico domenica intera, dico la verità senza esagerazioni.
Mi sono armata di cibo, acqua, pazienza e memoria per ricordarmi tutti i cambiamenti e le morti/non morti e ho guardato ben venti episodi in un solo giorno.
Venti.
Quando stava per arrivare il momento topico della rivelazione di A., ho dovuto chiedere il sostegno del mio povero fidanzato perché non avevo il coraggio di scoprirlo da sola.
Se esiste un posto dove curano quelli come me, fatemelo sapere.
Poi vedrò se andarci, basta che il WiFi funzioni bene.

Penny Dreadful (2014-2016)

Concludo la lista con Penny Dreadful esprimendo tutto il mio disappunto per la sua irrevocabile fine.
Serie di altissimo livello, Penny Dreadful si ispira al fumetto La Lega degli Straordinari Gentlemen di Alan Moore ed è una vera perla di horror vittoriano.
I dialoghi sembrano scritti da John Keats (che infatti viene spesso citato), le ambientazioni sono così perfette da farti credere di essere tornati nella Londra marcia e decadente della Regina Vittoria e gli attori sono tutti bravissimi e calati nella parte.
Soprattutto quella meraviglia totale di Eva Green che mi ha fatto perdutamente innamorare della sua tormentata, ma dolcissima Vanessa Ives.

Cosa ne pensate? Aspetto le vostre liste di serie TV come aspetto la settima e ultima stagione di Pretty Little Liars, quindi sapete già.

Nel frattempo, giusto per sottolineare la mia ossessione, ho creato una serie di illustrazioniGirls from TV series” per Bibiduni.

Le trovate qui.

Cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...