Il freddo è il primo nemico da combattere quando si tratta della pelle, perché non c’è niente di più bruttino che averla screpolata e secca.
Oggi vi racconto alcune cose che ho imparato per mantenere una pelle luminosa e idratata anche quando fuori si gela.

– Il fondotinta? Io sto cercando di evitarlo.
Non sono certo un’esperta né tantomeno una dermatologa quindi parlo per me, ma vi dico che da quando ho smesso di usare il fondotinta liquido se non strettamente necessario la mia pelle ringrazia.
La ragione pratica/scientifica non ve la so dire, ma è così. Se prima nei mesi freddi avevo sempre la fronte e il naso tendenti a screpolarsi adesso non li ho più.
Potrebbe però anche essere merito delle altre astuces beauté che sto per elencarvi.
E invece la cipria che tanto ti piace usare, non è peggio? In effetti a rigor di logica sì, visto che è in polvere.
Eppure, forse perché tampono giusto leggermente il viso e non ne applico uno strato stile cerone, non mi secca la pelle del viso come il fondotinta liquido.

Bere tantissimo, bere come se fuori ci fossero 40 gradi.
Sapete perché? Il riscaldamento secca da morire e ci prosciuga molto più dei raggi solari, per quanto dannosi possano essere purtroppo diventati.
Per questo ho imparato a bere i soliti due (o anche tre) litri di acqua al giorno anche quando non ne sento un bisogno viscerale.
La differenza la vedo e la sento. Ah, e aggiungerei decisamente anche estratti di arancia e carota, che fanno benissimo alla pelle.

Non uscire mai e poi mai senza un generoso strato di crema idratante sul viso.
Scegliete quella che fa per voi, fatevi consigliare da qualcuno che se ne intenda davvero (dermatologo, erborista, farmacista, estetista, vedete voi), ma non dimenticate di usarla.
Anche quando avete intenzione di passare tutta la giornata sul divano (vedi punto sopra).

– Qui potrei suggerire una cosa sbagliata, ma ve la dico lo stesso a titolo strettamente personale.
Da una settimana a questa parte ho preso a stendere uno strato sottilissimo di olio naturale di cocco (che poi più che un olio pare un burro granuloso) appena uscita dalla doccia, prima di asciugarmi i capelli.
Ne metto una puntina sul dito e poi sfrego le mani per scioglierlo e lo passo sul viso.
Questo perché mettermi la crema prima di asciugare i capelli lo trovo inutile, visto che il getto caldo del phon secca terribilmente la pelle.
L’olio naturale del cocco mi rende la pelle estremamente elastica (detta così mi immagino tipo The Mask, ma va beh) e mi serve come barriera contro l’aria bollente del phon. Dopodiché applico il solito strato di crema idratante e via.
Con me funziona molto bene (io ho una pelle mista), ma non posso giurare che questo metodo sia buono e giusto.
Mi informerò meglio e vi farò sapere, oppure se avete conoscenze più approfondite riguardo all’uso parsimonioso dell’olio di cocco sul viso condividete please!

No a saponi e detergenti chimici. Ve ne parlerò meglio in un post a parte che ho intenzione di scrivere, ma vi dico che ho momentaneamente (e forse non solo) bandito qualsiasi sapone e detergente chimico per il corpo e per il viso.
Secondo una regola beauty tramandatami dalla nonna, i prodotti più semplici e naturali sono i migliori per la pelle.
In più, si fa un grandissimo favore alla terra eliminando per quanto si possa il chimico.
Perciò ho acquistato due saponette artigianali di Marsiglia in erboristeria, una alla lavanda (per il corpo) e una classica (per il viso).
Ormai sono tre mesi che vado avanti così e devo dire che ho la pelle molto migliore rispetto a quando usavo prodotti di laboratorio e imprevedibilmente, anche più idratata.

Struccarsi sempre, ma davvero sempre, anche quando non ci si è nemmeno truccate.
“Ma ti pare?” Direte voi. Sì, perché lo smog è un mostro orribile che ci si appiccica alla pelle, la rovina, la distrugge.
Io mi strucco appena rientro in casa, quando so che non uscirò più fino al giorno dopo.
Lo faccio perché sento la necessità di liberare, rinfrescare (e poi di nuovo reidratare) la pelle.
Uso solo acqua micellare di rose, una splendida comprata in Francia che qui non so dove trovare, ma direi che anche quella classica andrà benissimo.

Mi ripeto, non sono consigli di un’esperta, ma di una ragazza comune che le prova tutte per essere più carina senza spendere un patrimonio, distruggersi la salute e inquinare ancora di più l’ambiente.

Voilà!

Cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...