Febbraio è forse il mese più spento dell’anno, così schiacciato tra la coda delle festività e la punta del naso, ancora lontana, della primavera.
Per evitare di vivere questo mese con l’umore di Dostoevskij durante la reclusione in Siberia, ho deciso di indirizzare bene le mie energie.

Le sfide vanno cominciate nei momenti di stasi, è febbraio per questo è il mese ideale.

Con Style Behind ad esempio capita che io abbia la sensazione di dovere per forza sviluppare argomenti per riempire le “pagine” quando in realtà non mi sento abbastanza stimolata. Così facendo, finisco per scrivere articoli obiettivamente inutili, che non raccontano nulla di sentito nel profondo e che mi prendono tempo ed energie che potrei incanalare in maniera diversa.

Perciò mi sono detta che ok un calendario editoriale stabilito il mese prima, ok tenere Style Behind vivo, ma perché lo sia davvero bisogna che lo lasci diventare una volta per tutte un vero blog come lo vedo io.
Vero, sincero, personale. Autentico, a tratti incoerente, appassionato.

Con Bibiduni, invece, c’è tanto lavoro da fare in tutte le direzioni. Ma sapete cosa?
Per quanto mi renda conto che il marketing, il lavoro di promozione sui Social ecc. siano fondamentali, non riesco più a perdere il sonno per una bella foto su Instagram o per cercare nuove strategie per farmi strada nel mercato.

Lo so, lo so, senza una vera mentalità imprenditoriale non andrò molto in là. Che ci posso fare?
Non sarò mai quella che vende il suo prodotto con l’entusiasmo di Roberto il baffo, né quella che lo presenta come se fosse una creazione incantevole venuta direttamente dalle mani delle dee dell’Olimpo.

Anche qui quindi, imparo a gestire meglio le mie energie. Ok a un po’ di sana pubblicità quotidiana, ma basta arrovellarsi per cercare di emergere e spiccare in un mondo così complesso e popolato come quello dell’illustrazione e dell’handmade.

Non mi fraintendete, non mi sto arrendendo. Tutt’altro.
Ho come la sensazione (o forse è più un desiderio) che un giorno si torneranno a notare di più la ricerca, lo studio, l’impegno e l’approfondimento dietro a un artista o a un brand piuttosto che la quantità di Instagram Stories pubblicate e di “mi piace” su Facebook.

Ecco perché faccio questa sorta di scommessa à la Pascal, dove sostituisco il credere in Dio con il credere che in fin dei conti siano autenticità, originalità e capacità a premiare.

Come sosteneva il filosofo francese, se si ha ragione si ottiene la salvezza (nel mio caso, il riconoscimento), se ci si sbaglia si ha comunque vissuto un’esistenza felice senza pensare con ansia alla morte (nel mio caso, avrò fatto il MIO percorso senza lasciare il mio destino nelle mani di un algoritmo).

Idem per il progetto di scrittura al quale sto lavorando intensamente.
In questo caso almeno finora mi sono riuscita a organizzare molto bene, perché per arrivare al risultato che ho in mente è imperativo che io lo faccia.

Gestire la fase di ricerca come merita è l’unico metodo davvero efficace per essere certa che la mia idea prenda la forma che ho in mente.

La speranza va mantenuta viva e può concretizzarsi solo se quello che scrivo ha consistenza, senso e qualità.
Passare serate su serate a scrivere e cancellare interi capitoli non ha senso, per questo mi sto tenendo a freno e continuo a studiare a fondo gli argomenti e i personaggi prima di cristallizzarli sulla pagina bianca.

Oltre al lavoro, ho deciso d’indirizzare meglio le mie energie anche in tutti gli altri aspetti della mia vita.
Niente più discussioni inutili, lamentele, nervosismi che si possono evitare.
Basta spazio a chi anziché cercare armonia provoca terremoti. Fine delle polemiche, in generale.

Non sempre ci riuscirò, questo è certo, ma prefissarmi obiettivi riguardo all’uso delle mie energie è già di per sé una ventata di aria fresca.

Buon febbraio a tutti, che sia un mese silenziosamente produttivo per ognuno di noi!

(Ph originale Margherita Ferrari)

saraottaviac-signature

One thought on “Editor’s letter, indirizzare le energie

Cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...