I sensi di colpa sono tra quelle sensazioni che si provano fin da bambini e che involontariamente gli adulti trasmettono sin da subito, che rimangono incollate addosso per sempre.

C’è chi ne è vittima si sente sempre inadeguato, in difetto, incompreso, sbagliato e colpevole.
Di o per cosa non lo sa, ma sente tutto il peso del mondo addosso.

Dai sensi di colpa si rischia di restare schiacciati e di soffrire, tanto.
Almeno una volta nella vita tutti ci siamo sentiti così, o magari abbiamo attraversato un periodo in cui i sensi di colpa sono stati i nostri migliori amici.
Che brutta sensazione, eh?

Una delle prime reazioni per riprendere il controllo del nostro stato d’animo molto spesso è riversare tutto sugli altri, diventando nbervosi, egocentrici e talvolta cattivi.
Beh, inutile dire che queste reazioni non risolvono nulla, nonostante ci facciano sentire meglio nel breve periodo, ma è un bene fittizio, artificiale.
Un gioco perverso della nostra mente che dopo aver subito ci fa credere di stare meglio solo se restituiamo malessere agli altri e visto che per la nostra mente vale il detto “la miglior difesa è l’attacco” diventiamo noi stessi un gigantesco meccanismo di difesa.
E allora come fare a scrollarci di dosso i sensi di colpa?

Come sempre ripeto, le ricette magiche non esistono, le soluzioni definitive nessuno le possiede, però qualche consiglio posso darvelo:

• Quando vi sentite schiacciati dai sensi di colpa fermatevi, ragionate con voi stessi. Siamo tutti portatori sani di logica, basta solo ricordarsi di usarla.

Reagite. Parlate con chi vi sta facendo sentire colpevoli, non urlate le vostre ragioni, ma urlate piuttosto i vostri sentimenti, i risultati potrebbero davvero sorprendervi.

• Se sentite di avere qualcuno vicino a voi che vi usa come discarica emotiva, beh amici allontanatevi, che sia per un periodo o per sempre, allontanatevi perché non c’è spazzatura più pericolosa che quella emotiva.

Invece a voi, colpevolizzatori professionali dico solo una cosa: le nostre azioni sono lo specchio della nostra mente, pensateci.

Per vedere chi siamo non guardiamo lo specchio, chiudiamo gli occhi.

Anita Pallara

Cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...