“Allora, mi prometti che mi chiamerai se le cose peggiorano, prima di fare qualcosa di stupido? Se mi chiami, ti svelerò il mistero. È un grande segreto. Ma lo dirò a te, Leonard, perché penso che ti servirà conoscerlo. Tu sei diverso. E anch’io sono diverso. Diverso è bello. Ma diverso è anche difficile. Credimi, lo so.”

Perdonami, Leonard Peacock dello scrittore statunitense Matthew Quick (che probabilmente conoscerete già per il suo L’orlo argenteo delle nuvole dal quale è stato tratto il film diretto da David O. Russell Il Lato Positivo) è un romanzo molto, molto speciale.

Primo perché tratta argomenti difficilissimi e delicati in un modo disincantato che rende con genuinità il reale flusso incostante di pensieri che può attraversare la testa di un ragazzo di diciotto anni dalla vita incasinata.

Secondo perché è scritto magistralmente. Davvero magistralmente.

Terzo perché qualsiasi personaggio, che sia più o meno presente nella storia, ha una sua anima unica e indimenticabile.

Quarto perché ci sono duecentomila riferimenti continui e perfetti ad Humphrey Bogart.

Quinto perché è intriso di fantasia ed è fuori da qualsivoglia schema. Persino nell’impaginazione.

Ovviamente non sintetizzerò la trama in qualche riga, né cercherò di farne una recensione analitica.
Lo sapete che non mi piace.

Vi dirò però che lo userò come arma di difesa degli Young Adult la prossima volta che sentirò qualcuno dire che sono “solo romanzi per ragazzini”.

Perdonami, Leonard Peacock è tutto fuorché questo.
È un’intrusione sincera e profonda nella complicata ragnatela di alti e bassi, scelte e non scelte, equilibri più o meno instabili di un adolescente non comune.

Gli vorrete bene, a Leonard. Forse non dalla prima pagina, ma gli vorrete bene.
Un bene che non si cancellerà quando avrete finito di leggerlo.
Su questo posso giurarci.

Perdonami, Leonard Peacock (2013, Matthew Quick)

Cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...