In occasione di Bilbolbul ieri pomeriggio nell’Auditorium della Biblioteca Sala Borsa a Bologna si è tenuto un incontro interessante e molto divertente con tre grandi fumettisti italiani: Dottor Pira, Alessio Spataro e Fabio Tonetto.

E lì ho imparato due o tre cose nuove sulla questione comicità nei fumetti che di sicuro applicherò alle mie future illustrazioni.

Io non mi occupo di fumetti, ma dovete sapere che le mie prime, primissime illustrazioni erano delle vignette comiche autobiografiche che ultimamente stavo proprio pensando di tirare fuori dallo scatolone polveroso.

Così ho deciso di andarci per ascoltare chi di umorismo illustrato se ne intende davvero.

Tra esempi tratti dal passato, ispirazioni che variavano dall’albo Tigrotto a certi numeri di Topolino, aneddoti personali di vita vissuta e riflessioni sul senso e sulle ragioni della risata, Dottor Pira, Spataro e Tonetto sono riusciti a fornirmi parecchi spunti utili.

Primo, mi sono ritrovata a domandarmi che cosa intendessi io stessa per comicità.
Sapevo già qualcosa a riguardo, tipo che ho un’idiosincrasia verso la satira politica e tutto ciò che è grottesco o a sfondo sessuale mentre mi fanno ridere fino alle lacrime lo humor nero, le battute sottili e sagaci, il sarcasmo allegro, l’autoironia.
Averne consapevolezza è importante per crearsi uno spazio di azione creativa all’interno del quale muoversi.

Secondo, ho realizzato che non esiste una formula magica sicura al 100% per strappare una risata di pancia.
E basta rileggere il punto sopra per capirne il motivo.
Perché come ha detto il Dottor PiraLa risata in sé è un mistero.”

Terzo, ora so che come la ricerca di uno stile non finisce mai, anche la ricerca di una propria chiave comica è un lungo percorso multi sfaccettato.

Voi che ne pensate?
Qual è la vostra idea di comicità?
Che cosa vi fa ridere fino alle lacrime e che cosa invece non vi fa nemmeno minimamente curvare le labbra?

(Cover image She doesn’t even go here!Sara Ottavia Carolei/Bibiduni)

SalvaSalvaSalvaSalva

SalvaSalva

One thought on “Ridere fino alle lacrime

Cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...