Un paio di settimane fa ho ricominciato a vedere Gilmore Girls dal principio.
Per la terza volta. Con l’entusiasmo della prima.
E mi sono resa conto che contiene almeno 10 lezioni di vita senza tempo da non sottovalutare.

1. L’attitudine nei confronti dei problemi, piccoli o grandi che siano, è tutto.
T-u-t-t-o.

Ho provato a immaginarmi l’intera serie vista da una prospettiva drammatica: una ragazza madre di sedici anni con una famiglia un tantino fredda e imponente alle spalle si ritrova sola a crescere una figlia in una cittadina sperduta senza riuscire praticamente mai ad avere una storia d’amore come si deve.
Sarebbe venuto fuori un bel drammone, non trovate?
Con tanto di violini stridenti in sottofondo e discorsi retorici da latte alle ginocchia a conclusione di ogni puntata.
E invece no.
Gilmore Girls mostra tutto questo da un punto di vista allegro e spensierato.
A tratti realistico, a tratti surreale. Così come è la vita.

2. Mai farsi abbattere. Mai.
Uno dei miei episodi preferiti dal punto di vista dell’ispirazione che ne traggo è quello nella prima stagione nel quale Dean e Rory si lasciano e lei, il mattino dopo, sveglia Lorelai alle sei con una lista di cose da fare.
La mamma le suggerisce di abbrutirsi, di lasciarsi andare mangiando gelato al buio nel letto guardando film d’amore strazianti.
Ma Rory non demorde ed esce di casa a vivere.

3. La pazienza spesso premia, in tutti gli ambiti della vita.
Lorelai aspetta un bel po’ di anni prima di riuscire a coronare il sogno di aprire una locanda tutta sua con Sookie e alla fine ne viene fuori un gioiellino che la rende molto felice.
Rory non manda subito al diavolo Paris e alla fine diventa per lei un’amica più preziosa e stimolante di quanto si potesse immaginare.

4. Perseveranza, costanza e duro lavoro portano sempre qualcosa di buono.
Per Lorelai basta rileggere il punto 3.
Per Rory nel corso della serie le cose si complicano un po’ e il finale di “A Year In The Life” (il revival di quattro episodi uscito nel 2016) ci lascia con qualche dubbio sul suo futuro.
Nonostante ciò io ogni volta che vedo con quanto impegno studia, si applica, legge, impara, si lascia incuriosire dal mondo, mi sento spinta a fare altrettanto.
A fare sempre meglio. A lavorare sodo per meritarmi quello che desidero.
Idem per Lorelai e la sua inesauribile energia.

5. Lasciare andare lontano le cose negative è sempre la soluzione migliore.
Molto spesso le due protagoniste vengono attaccate.
Lorelai dai genitori, dall’acido (ma esilarante) Michel, dai vari abitanti impiccioni di Stars Hollow.
Rory da Paris fin dal principio e da Mitchum Huntzberger più avanti.
Mi piace come reagiscono nella maggior parte dei casi: con una metaforica alzata di spalle accompagnata da una bella dose di ironia.
A parte nel caso di Rory con Mitchum Huntzberger, che la abbatte al punto da farle cambiare rotta momentaneamente.
Ma proprio perché in questo caso la sua scelta non mi ha trovata per niente d’accordo (la parte in cui lascia Yale e litiga con la madre è quella che mi piace meno in assoluto), ho capito che nessuno dovrebbe avere il potere di sconvolgere la tua esistenza con i suoi giudizi fino a quel punto.

6. L’ironia (vedi punto 5) e il sarcasmo sono dei salvagente sui quali fare sempre affidamento.
A volte una risata e una battuta pungente e autoironica possono cambiare completamente la visione di una situazione (vedi punto 1).
Completamente.
Io di questo ne ho fatto un mio mantra da sempre, Gilmore Girls a parte.

7. Non imitare mai nessuno, ma prendere ispirazione da tutti.
Le persone che si incontrano sul proprio percorso di vita hanno sempre qualcosa da dare.
Possono diventare esempi da seguire e aiutarti a migliorarti e crescere, ma finisce qui.
Esattamente come Lorelai e Rory sono l’una per l’altra, o come tanti personaggi che incrociano nelle varie stagioni.
Si chiama ricerca della propria identità ed è qualcosa che non finisce mai, ma che cessa di avere la sua importanza quando si trasforma in semplice emulazione.

8. L’affetto degli amici non va mai dato per scontato.
Sia Lorelai che Rory si fanno sempre in quattro (a volte in quattromila) per aiutare i loro amici e essere loro vicine quando ne hanno bisogno.
Ed è per questo che sono così amate, perché anziché giudicare o mettersi al primo posto si siedono sempre a fianco di quelle persone che considerano amiche.
Spesso senza fare domande.

9. I soldi servono a realizzare certi sogni altrimenti impossibili, ma possono anche rappresentare inghippi dai quali è difficile venire fuori.
In Gilmore Girls questo concetto è espresso sin dalle primissime puntate.
Da quando, appunto, i genitori di Lorelai le fanno un prestito per permettere a Rory di frequentare la prestigiosa (e costosa) Chilton High School, ma in cambio le obbligano alle famose/famigerate cene del venerdì.

10. Le emozioni pure sono una cosa meravigliosa, della quale non vergognarsi mai.
Lorelai si entusiasma per la neve come una bambina anche quando ha superato la quarantina.
Rory non nasconde mai le sue sensazioni rispetto a quello che le capita nella vita.
Farsi intrappolare da schemi che ti impongono di essere rigida e impeccabile è il vero significato dell’essere sciocchi.
Non il contrario.

(Cover collage – Sara Ottavia Carolei)

Cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...