Il primo editing del mio libro Young Adult mi faceva più paura dell’esame di guida della patente, ma come tutte le cose spaventose una volta cominciato è diventato meno inquietante.

Prima di spiegarvi cosa ho fatto e sto facendo, vi confesso che sono indietro di qualche giorno rispetto alla scadenza che mi ero autoimposta.
Questo perché ho avuto difficoltà a capire in che modo muovermi all’inizio e fino a che non ho definito una specie di metodo sono rimasta un filo in bilico.

Ci tengo particolarmente a condividere con voi anche questo passaggio di lavorazione del mio romanzo, proprio perché spero che la mia “strategia” per il primo editing nata un po’ a fatica possa in qualche modo tornare utile a chi tra voi sta scrivendo un libro.

1. Tra il momento in cui scrivete la parola “fine” e il primo editing, lasciate passare almeno tre o quattro settimane.
Come fosse una pasta frolla ben lavorata che deve riposare, anche il vostro romanzo ha bisogno di prendersi una piccola vacanza e fare le sue riflessioni in santa pace.
Non dico di dimenticarvi di lui, ma quasi.
Fate altro, smettetela di pensarci a qualsiasi ora del giorno e della notte, attuate un sano distacco terapeutico dalla vostra creatura ancora grezza.


2. Stampate la prima stesura su carta.
Sembra
una sciocchezza e invece è fondamentale.
Essendo nel 2018 suppongo che tutti voi, come me, scriviate al computer.
Ecco. Dopo X mesi (in certi casi X anni) passati a vedere le parole del proprio elaborato su uno schermo, queste rischiano di diventare fin troppo familiari.
Visto che il primo editing ha come scopo principale quello di essere una rilettura “a freddo” create le condizioni affinché lo sia davvero.
L’idea è quella di svestirsi dai panni di scrittori e diventare per un attimo secchi editori di voi stessi.
Per una spinta ancor più estrema io vi direi addirittura di cambiare il font per la stampa.


3. Rileggete la prima stesura dal principio alla fine tenendo le mani legate dietro alla schiena.
Anche letteralmente, se vi manca la forza di volontà.
Alla larga da penne, evidenziatori, matite e tutto ciò che possa spingervi a una correzione compulsiva.
Non è ancora il momento.


4. Separate idealmente il libro in tre grandi gruppi e analizzateli separatamente.
Un romanzo, di qualsiasi genere sia, dovrebbe averne di identificabili.
Che si tratti di stasi – climax – apice o di un più semplice inizio – svolgimento – conclusione, non importa.
In teoria se avete fatto bene i compitini dall’inizio la vostra trama dovrebbe rientrarvi.
Attenzione però, anche qui quando parlo di analizzare intendo soprattutto un lavoro di cervello senza interventi diretti.
Chiedetevi se funzionano per quello a cui sono destinate e se funzionano insieme. Basta.


5. Fate un resoconto globale della vostra opera.
Considerazioni, idee, critiche, elogi, pensieri sparsi.
Che siano sui personaggi, sulla trama, sulle ambientazioni, sullo stile, sulla sintassi, sulla suddivisione dei capitoli.
Immaginate di essere di nuovo alle medie quando veniva richiesto di leggere un libro per le vacanze e farne un tema al rientro.
Parlate del vostro romanzo in modo semplice, scrivete una specie di raccolta di pensierini a riguardo senza freni.


6. Partendo dal resoconto, rileggete ancora una volta tutto daccapo e stavolta annotate in un foglio a parte ciò che vorreste modificare.
Si parla ancora in generale, ovviamente, perché siete solo al primo editing.


7. Lasciate passare almeno un’altra settimana prima di rimettervi mano per il secondo editing. 


Che ne dite?
Vi sembrano step utili?
Voi come vi siete approcciati al primo editing se già ci siete passati o come pensate di farlo se non siete ancora a questo punto?
Attendo vostre!

✍🏻📚💪🏻

(Cover image Midnight SkySara Ottavia Carolei/Bibiduni)

Cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.