Se siete illustratori sapete benissimo che sforzo richieda cercare immagini di riferimento.
È un lavoro alquanto sfiancante, a dire la verità, ed è per questo che mi sono finalmente decisa a organizzare un database di immagini dal quale attingere.

Non sapete quante volte mi sono ritrovata a digitaregirl in bed with a cup of coffee, a book and a cat” su Pinterest (Google Immagini è poverissimo in quanto a ricerca iconografica), chiedere a quei poveri malcapitati che passavano alle spalle della mia scrivania di posare per me o peggio ancora, farmi orrendi selfie con Photobooth mentre cercavo di mantenere il movimento improbabile che dovevo poi illustrare.

A fare così si perde un sacco di tempo e soprattutto si rischia di accontentarsi di un soggetto con linee poco interessanti e lavorabili.

Invece avere a disposizione un database di immagini per le illustrazioni aiuta in una maniera incredibile nella fase di bozza.

Il mio metodo è leggermente ossessivocompulsivo, lo so, però funziona.
Non fatevi ingannare dai pochi step perché richiedono tempo.

Vi dico già che io ci ho passato sopra due giorni interi (e quando dico interi intendo dalle 8 del mattino a mezzanotte), ma ora sono così soddisfatta che non posso fare a meno di condividerlo con voi.

Ecco qui.

– Seleziona delle macrocategorie.
Io ho scelto: luci e ombre; palette; pattern; texture; scene; corpo e movimenti; handwriting.
Queste ti serviranno sia per archiviare le ispirazioni generali (il lavoro di un altro che ti piace, un vecchio poster, una foto che hai scattato tu…) sia come soggetti nel momento degli schizzi.

– Suddividile in sottocategorie.
Ad esempio per i pattern: decori, natura, geometrie.
Per le scene: oggetti, dettagli, luoghi.
Per corpo e movimenti: anatomia umana, pose

– Comincia a fare delle ricerche generali.
Prendi le tue stesse foto, cerca immagini su Pinterest o dove pare a te, chiedi a qualcuno di posare promettendogli che sarà una volta e una soltanto.

– Archivia le immagini per nome meticolosamente.
Io le divido in mie (foto scattate da me, miei schizzi, ecc.) e non mie (trovate su Internet, passatemi da qualcuno) e rinomino ciascuna con una breve descrizione efficace (es: Pattern/Decori/Piastrelle Antiche Siviglia).

– Mantieni aggiornato il database!

Consiglio extra: non salvare tutto quello che ti capita a tiro, cerca piuttosto immagini che ti possano servire davvero altrimenti diventerà un caos gigante e non è quello che vuoi dopo tutto questo lavoro, giusto?

Consiglio extra II: non copiare!
Prendi ispirazione, ma non copiare e non rubare (ma questo non dovrei manco dirlo).
Ah, ed evita di rifarti a palette predefinite, usale solo come idee.

Tutto quello che il tuo database conterrà dovrà esserti utile per elaborare il tuo stile e per studiare.

✍🏻🗂🎨

(Cover image Creating – Sara Ottavia Carolei)

Cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.