I miei segreti di Instagram, parte II

Scroll down to content

All’inizio di luglio vi ho raccontato i miei segreti di Instagram in QUESTO POST, ma mi sono resa conto che ce ne sono molti altri che voglio condividere con voi.
Quindi oggi eccomi qui con la parte II (che dubito sarà l’ultima). 

Nota: In questi giorni il mio profilo contravviene a una delle regole che vi ho dato la scorsa volta (quella del pubblicare quotidianamente), ma ci sono delle buonissime ragioni, giuro. Giuro, giuro, giuro!

La tua bio è IMPORTANTISSIMA

Se c’è una cosa che mi irrita su Instagram è incontrare profili con delle bio tremende. Cosa intendo per tremende? Aforismi e frasi banalissime prese quasi a caso e buttate lì, descrizioni incomprensibili, titoli professionali che sfiorano il ridicolo. O link senza un’indicazione che puzzano molto di spam.
Mantieni la tua bio di Instagram semplice, racconta cosa fai in poche parole, inserisci eventuali link ad altri tuoi profili Instagram, il link al tuo sito, la tua localizzazione. E scrivi la bio in inglese, perché anche se le didascalie sono in un’altra lingua devi lasciare lo stesso la possibilità a tutti di capire cosa fai ed eventualmente decidere di seguirti per vedere le tue foto anche se non capiranno un cavolo di niente di ciò che scrivi. 


Per gestire più profili ci vuole un ragionamento intelligente di insieme

Su Instagram io ne ho due: il mio @saraottaviacarolei e quello del mio shop @bibiduniprintable.
Gestirli entrambi è molto più semplice di quanto possa apparire, perché hanno contenuti completamente diversi: su @saraottaviacarolei condivido le ispirazioni, le cose quotidiane, le esperienze che stanno nel dietro le quinte del mio lavoro. Su @bibiduniprintable invece pubblico esclusivamente immagini di prodotti in vendita nel mio shop (e lo gestisco in inglese perché il 90% della mia clientela viene dagli USA).
Ci sono però anche casi diversi, come quello di chi decide di approfondire un tema in un profilo parallelo dedicato. Un ottimo esempio è quello della mia cara amica Stefania che dal suo @gal__axia ha creato il “sotto profilo” @galaxia__reads dedicato al 100% ai libri (recensioni, nuove letture, riletture e riflessioni). 


Prenditi tutto il tempo necessario per pubblicare

La differenza tra un post ben fatto e uno raffazzonato sta nel tempo che impieghi per ragionarlo. Non avere fretta di pubblicare, non pubblicare una foto con l’ansia che venga vista il prima possibile, non metterti a modificare immagini mentre sei in metropolitana durante l’ora di punta o sotto il sole in spiaggia.
Se usi Instagram come mezzo di comunicazione professionale devi essere professionale. Semplice, no?


Crea delle stories coerenti con il feed

Cerca di non andare mai troppo fuori tema, mantieni una linea estetica e curale come curi i tuoi post. Puoi anche pensare di creare un template di base per le stories da riutilizzare ogni volta (io l’ho fatto e ne sono molto soddisfatta).


Crea delle icone per le stories in evidenza

In questo modo rendi più fruibili i contenuti, l’immagine d’insieme sarà pulita e chiara e anche tu avrai più limpida la strada.
Le icone fungono da copertine e su Instagram un libro lo si giudica sempre dalla copertina.


Non temere le lunghe didascalie

Breaking news: le lunghe didascalie su Instagram vengono lette, sempre ovviamente che siano scritte bene e apportino contenuti interessanti. Magari non sotto ogni foto, ma quando lo senti necessario conceditele. Racconta la storia dietro a un’immagine, condividi un ricordo, spiega qualcosa ai tuoi follower.


Allora, che ne pensate?
Se i miei segreti di Instagram, parte I e II vi sono stati utili fatemelo sapere. 

E parlatemi dei vostri!

🦋

(Cover image – Sara Ottavia Carolei/Instagram)

Cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: