A che punto sono con il mio libro?


Scroll down to content

La buona notizia è che sono in pari, nel senso che sto rispettando alla lettera il calendario per il mio libro che ho organizzato prima delle vacanze.
Yay!

📔🍾👏🏻 📔🍾👏🏻 📔🍾👏🏻 📔🍾👏🏻 📔🍾👏🏻 📔🍾👏🏻 📔🍾👏🏻

Volete che sia più precisa?
In questo momento mi trovo nella seconda fase di ricerche, che (pensate un po’) segue la prima fase di ricerche.

Nella prima fase mi sono concentrata sulla visione globale del libro cercando ispirazioni che hanno spaziato dai personaggi ai luoghi, dalla trama all’estetica globale, fino allo stile di scrittura.
Inoltre ho lavorato sia sulla bibliografia che sulla filmografia di riferimento, il che significa non solo che ho letto moltissimo (sia romanzi che saggi), ma che ho passato svariate notti sveglia a guardare film e serie TV (la prova che dovrei chiedere alla mia commercialista di scaricare la fattura di Netflix).

In questa seconda fase, invece, sto scendendo nei dettagli.
Ho stilato una lista di tutte le ricerche specifiche che devo fare sui vari temi e sto cominciando seriamente a immergermici dentro.

Quindi ancora letture, documentari, ma anche interviste, studio dei comportamenti e del linguaggio di persone che ispirano i miei personaggi e una discreta dose di investigazione. 

Non vi nascondo che la parte dell’investigazione mi eccita da pazzi.

La vedo come un’immersione dentro la potenziale vita dei miei personaggi: vado in posti nei quali andrebbero loro, osservo quello che fanno le persone, prendo appunti, sperimento cose e ne scopro altre.

C’è una scena nella serie TV crime Castle che descrive benissimo questa fase: Richard Castle sta lavorando al suo nuovo romanzo thriller che includerà una scena nella quale, se non ricordo male, il protagonista deve scassinare una porta blindata.
Che cosa fa allora Castle per capire come potrebbe muoversi il suo personaggio e descrivere i passaggi con coerenza?
Si compra una bella porta blindata, la piazza al centro del suo salone con vista su Manhattan e si mette a lavorarcisi.

Ecco, io nel mio libro non credo includerò porte blindate, ma il senso è lo stesso.

Perché se esiste una regola vera sulla scrittura è che si deve parlare di ciò che si conosce. Il che non significa che non ci si possa addentrare in territori inesplorati, altroché, ma che questi territori debbano appunto venire esplorati prima che descritti. 

Fare ricerche (e farle bene) è bellissimo, stimolante, elettrizzante, ma è anche impegnativo e faticoso.
Se non si sa con precisione quello che si sta cercando si rischia anche una notevole dispersione di energie e conoscenze.

Il mio personalissimo suggerimento se state lavorando a un libro è proprio quello di fare chiarezza su che cosa vi interessa approfondire, su cosa dovete insistere, su quali siano gli argomenti che avete necessità di studiare a fondo. 

Ovviamente a seconda del genere, della trama, dell’ambientazione, ecc. sia il tipo di ricerche che la mole di lavoro cambiano un bel po’.
La mia fatica, per esempio, non sarà mai paragonabile a quella di chi scrive romanzi storici. O di fantascienza. O legal thriller. (Cavolo, lasciatemi dire che stimo moltissimo chi si dedica a questi generi. Sono delle specie di eroi).  

Però è impegnativo anche per me, anche perché ho ancora tantissime cose da definire e sono tutte quante di fondamentale importanza (il numero esatto di personaggi e le loro relazioni, la linea del tempo, la suddivisione dei capitoli…) ma questo lavoro appartiene alla prossima fase e quindi ora cerco di non preoccuparmene troppo. Ogni cosa a suo tempo.


Ecco qui. Spero di aver risposto alla domanda “a che punto sono con il mio libro?” e che ne siate soddisfatti. 

Se però avete altre domande o volete che vi racconti questa fase di ricerche ancora più dettagliatamente,
scrivetemi nei commenti qui sotto oppure a saraottaviacarolei@gmail.com

✍🏻

[Cover Image: Sara Ottavia Carolei]

Cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: