Come e perché archiviare i tuoi lavori


Scroll down to content

Questo post è dedicato a tutti quei miei fantastici colleghi illustratori che hanno tanta creatività quanto disordine in testa.

Prima delle vacanze estive ho investito un paio di settimane di tempo nell’organizzazione di un mio sistema di archiviazione dei lavori che potesse aiutarmi a non perderli (che incubo al sol pensiero!) ma anche a orientarmi. 

Archiviare i tuoi lavori e farlo in modo preciso è essenziale e altrettanto essenziale è sapere come farlo. 

Perché è così importante?

Punto primo, come dicevo, perché NON PUOI nella maniera più assoluta correre il rischio di non trovare più un’opera che hai realizzato.
Che sia nata in digitale o che tu l’abbia solo scansionata dopo, devi conservarne sia la copia originale che tutti i file ad essa collegati.

Punto secondo, perché mantenere un archivio organizzato ti è di grande aiuto quando devi realizzare o aggiornare il portfolio.

Punto terzo, perché ti serve a confrontarti con il te stesso del passato. 

Capito?
Benissimo, ora passiamo al
come fare. 

1. CREA UNA CARTELLA E RINOMINALA “ARCHIVIO ILLUSTRAZIONI”

O chiamala come pare a te, basta che ti ci ritrovi.


2. SUDDIVIDI I TUOI LAVORI PER GENERE

Io ad esempio ho usato le stesse categorie del mio shop per fare meno confusione: MAGIC & ESOTERIC, QUOTES & WORDS, ABSTRACT, FOOD & DRINK, CITY & TRAVEL, FASHION & BEAUTY…


 3. ALL’INTERNO DI CIASCUN GENERE SUDDIVIDI PER ANNO

In questo modo ti sarà più facile vedere come lavoravi su uno stesso tema negli anni passati e come il tuo stile e la tua tecnica siano evoluti. Serve anche a ritirare fuori idee che oggi potresti sviluppare in maniera differente.


4. AGGIORNA COSTANTEMENTE IL TUO ARCHIVIO

Questo passaggio è categorico. Ogni qualvolta che completi un lavoro mettilo subito via, non rimandare mai!


5. INSERISCI NELL’ARCHIVIO TUTTI I TUOI LAVORI

Significa anche il biglietto di auguri improvvisato che tua nonna ti ha chiesto di realizzare per la sua amica del circolo del bridge. 


6. CREA UNA LISTA CHE ACCOMPAGNI L’ARCHIVIO

Una specie di guida, sempre suddivisa in categorie, nella quale registrare i nomi, l’anno delle opere e se vuoi anche la tecnica che hai utilizzato e la destinazione d’uso.


7. PROTEGGI IL TUO ARCHIVIO

Salvane una copia sempre aggiornata su un hard disk esterno ma soprattutto, se vuoi un consiglio, usa iCloud o un altro sistema di archiviazione del genere. 
Da quando l’ho fatto personalmente mi sento molto più tranquilla. 


Et voilà!  

🗂

[Cover Image: Sara Ottavia Carolei]

Cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: