La cosa che amo di più dell’universo magico dell’illustrazione è la sua immensa varietà, sia di destinazioni d’uso che di tecniche di realizzazione. 

È proprio questa varietà a rendere il mestiere di illustratrice per me così affascinante, mai uguale a sé stesso, sempre stimolante ed elettrizzante.
Una professione che mi permette di cambiare, crescere, provare, sfidarmi da sola. 

Alcuni illustratori lavorano con una sola tecnica, altri le sperimentano quasi tutte, altri ancora si concentrano su un paio sole, altri le mescolano tra loro.

Io lavoro principalmente a china su carta e poi coloro in digitale, ma talvolta uso anche la tempera, gli acrilici, le matite colorate.
Di tanto in tanto invece mi diverto con la tecnica del collage che mi piace da impazzire sin da quando ero piccolina. 

Vorrei migliorarmi nell’acquerello e anche imparare bene l’arte del carboncino, così antica e così poetica.
Nonostante la mia predilezione per la china + colorazione digitale amo sperimentare e sono dell’idea che ogni illustratore dovrebbe conoscere e provare sulla sua pelle le tecniche principali anche se non dovesse mai spostarsi dalla sua preferita.

Le TECNICHE DI ILLUSTRAZIONE come dicevo sono moltissime.
Oggi però mi concentrerò su quelle più usate nella contemporaneità.

{TUTTE LE IMMAGINI RELATIVE ALLE VARIE TECNICHE VENGONO DAI MIEI SKETCHBOOK O DA ESPERIMENTI SU ALTRI SUPPORTI – vedi TEMPERE (su tela) e DIGITALE (realizzato con la mia Wacom}


ACQUERELLI
Sara Ottavia Carolei, 2013

Cenni & modalità d’uso: Gli acquerelli si presentano come pigmenti combinati uniti da una sostanza “collante” e si trovano principalmente in piccoli panetti secchi che rilasciano il colore a contatto con l’acqua.
Gli acquerelli si impiegano su carta, ma non su una qualsiasi.
Essendo una tecnica che lavora con l’acqua sarà necessaria infatti una carta di una grammatura consistente (dai 250 grammi in su) con una grana che possa assorbire senza “arricciarsi”.
In commercio ne esistono tantissime qualità, se non sapete come muovervi basta chiedere al negozio di Belle Arti un blocco per acquerello.
Attenzione: la tecnica dell’acquerello è MOLTO più complessa di quanto possa apparire!

Destinazioni principali (leggi “che piacciono a me”): Illustrazioni per l’infanzia, illustrazioni di moda, paesaggi, illustrazioni a tema food. 


TEMPERE
Sara Ottavia Carolei, 2017

Cenni & modalità d’uso: Le tempere sono pigmenti in polvere uniti a un legante in parte acquoso e in parte oleoso solitamente diffusi in pratici tubetti.
I supporti ideali per la tempera sono la tela o la tavola di legno ben levigata.

Destinazioni principali (leggi “che piacciono a me”): Illustrazioni stile poster di vecchi film, illustrazioni per fiabe, favole e racconti per bambini e ragazzi, illustrazioni di interni.


ACRILICI
Sara Ottavia Carolei, 2016

Cenni & modalità d’uso: Gli acrilici sono vernici adatte a dipingere più o meno qualsiasi superficie, persino tessuti e metalli!
Personalmente amo molto gli acrilici per la loro brillantezza.
Per usarli su carta è necessaria una grammatura molto elevata (400 grammi) e una grana fine.

Destinazioni principali (leggi “che piacciono a me”): Illustrazioni oniriche, a tema magico, fiabesco, esoterico.


CHINA
Sara Ottavia Carolei, 2013

Cenni & modalità d’uso: La china è un inchiostro liquido che si usa o tramite pennino oppure tramite penne a china già caricate di inchiostro.
Si applica su carta e nel disegnare bisogna prestare particolare attenzione alle sbavature che possono presentarsi (orrore, orrore) se ci si passa sopra con la mano prima che l’inchiostro sia stato assorbito.
Di base molti illustratori prima eseguono uno “scheletro” dei tratti a matita per poi ricalcare a china.

Destinazioni principali (leggi “che piacciono a me”): Come vi dicevo sopra la china è il mio strumento preferito e mi piace proprio perché permette di lavorare con i dettagli, con i decori e anche con le luci e le ombre in maniera precisa.
Un’illustrazione a china può essere completata da una colorazione a mano (non ad acquerello, attenzione, scioglierebbe l’inchiostro di base) oppure come nel mio caso in digitale.
Vi rimando a QUESTO POST di qualche tempo fa per i dettagli anche se preciso che nel frattempo mi sono tecnicamente evoluta in certi passaggi 😉


MATITA
Sara Ottavia Carolei, 2018

Cenni & modalità d’uso: Il materiale che compone la matita è la grafite, si utilizza su carta ed è cancellabile con la gomma.
Ne esistono di diversi tipi a seconda della durezza della mina.
Più la mina è dura più il tratto è leggero, più è morbida più è intenso. La classica delle classiche è la HB che sta nel mezzo.
La matita si usa per le bozze, gli schemi, ma può anche dare vita a illustrazioni affascinanti da sola.

Destinazioni principali (leggi “che piacciono a me”): Illustrazioni da sketchbook, ritratti, illustrazioni poetiche. 


CARBONCINO

Cenni & modalità d’uso: Il carboncino si crea a partire dalla carbonizzazione di pezzi di legno e rappresenta una delle tecniche più antiche di disegno, utilizzata già nella preistoria.
Si trova sia in pezzi di varie misure che sotto forma di matite (sicuramente più adatte a chi è alle prime armi).

Destinazioni principali (leggi “che piacciono a me”): ritratti, nudi, lavori incentrati sulle ombreggiature.


PASTELLI  A CERA
Sara Ottavia Carolei, 2014

Cenni & modalità d’uso: I pastelli a cera sono bastoncini dall’aspetto lucido creati da pigmenti di colore agglomerati con la cera.
Il tratto del pastello è patinato e la carta da utilizzare ruvida.
Spezzando la punta si possono creare linee sottili, mentre invece se si vuole un tratto uniforme di colore è bene colorare con la punta piatta.

Destinazioni principali (leggi “che piacciono a me”): paesaggi, astratti, illustrazioni naïf.



MATITE A PASTELLO
Sara Ottavia Carolei, 2018

Cenni & modalità d’uso: La mina delle matite a pastello è colorata, ne esistono di una varietà incredibile di sfumature e possono anche essere acquerellabili.
La carta più adatta è ruvida.

Destinazioni principali (leggi “che piacciono a me”): illustrazioni realistiche, immagini di città, sketchbook da viaggio.



PENNARELLI
Sara Ottavia Carolei, 2015

Cenni & modalità d’uso: Penna con un serbatoio di inchiostro colorato, il pennarello ha una punta in materiale sintetico le cui dimensioni e forme possono variare moltissimo.
Ne esistono dalla punta piatta ultrafine a quella rotonda grossa, da quelli con punta rigida a quelli con punta morbida.
La colorazione a pennarello non è semplice quanto può sembrare, soprattutto per via dei rischi dati dalla vicinanza di colori di luminosità differente che possono mischiarsi con un risultato “pasticciato”.

Destinazioni principali (leggi “che piacciono a me”): illustrazioni pop, vignette. 


PENNA A SFERA 
Sara Ottavia Carolei, 2013

Cenni & modalità d’uso: Di certo non tra le tecniche più raffinate, l’uso della penna a sfera nelle illustrazioni può rivelarsi però molto interessante.

Destinazioni principali (leggi “che piacciono a me”): sketchbook, ritratti, appunti illustrati. 


COLLAGE
Sara Ottavia Carolei, 2013

Cenni & modalità d’uso: Il collage è una tecnica che prevede l’utilizzo di ritagli di immagini preesistenti (fotografie, grafiche, stampe in genere…) incollati su carta o altro supporto e talvolta arricchiti da tratti disegnati o dipinti. 

Destinazioni principali (leggi “che piacciono a me”): illustrazioni di tipo grafico, moda, illustrazioni per magazine.


DIGITALE
Sara Ottavia Carolei, 2018

Cenni & modalità d’uso: Per sintetizzare diciamo che il digitale racchiude tutto ciò che viene realizzato utilizzando specifici programmi per computer, principalmente tramite l’aiuto di supporti come le tavolette grafiche.
Un’illustrazione può nascere in digitale o venire completata così (come nel mio caso con la colorazione). 

Destinazioni principali (leggi “che piacciono a me”): visto che il digitale di base non fa altro che “imitare” le tecniche tradizionali, le destinazioni d’uso non hanno limite. 




Ecco qui le principali TECNICHE DI ILLUSTRAZIONE.
Ovviamente ne esistono tantissime altre, ma oggi mi sono voluta concentrare su queste.

Se ho dimenticato qualcosa o volete correggermi su alcuni passaggi fatelo, vi prego!
Siamo qui per confrontarci e imparare insieme. 👩🏼‍🎨

Amici illustratori ora ditemi, voi quali tecniche amate di più?
Quali vorreste sperimentare? Quali invece credete non facciano per voi? 

🎨

[Cover Image: Sara Ottavia Carolei]

https://www.saraottaviacarolei.com

Cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: