Biglietti da visita: come realizzarli e cosa scriverci sopra

Scroll down to content

Sto rifacendo i miei biglietti da visita e così ho pensato di rendervi partecipi e darvi i miei personalissimi consigli su come realizzarli e cosa scriverci sopra. 

🙌🏻Prima di tutto, pensate ai vostri biglietti da visita come a un magico sigillo che sprigioni tutta la vostra essenza.🙌🏻 

Anche a distanza di tempo da quando una persona l’ha ricevuto, trovandoselo tra le mani dovrebbe potervi evocare. 

Mi spiego meglio: mettiamo che abbiate incontrato un editore a una fiera, che gli abbiate parlato del vostro lavoro e che alla fine della breve e con ogni probabilità distratta chiacchierata gli abbiate allungato il vostro biglietto da visita. 

Di biglietti da visita il signore in questione ne riceverà a centinaia, proprio per questo il vostro ha bisogno non solo di spiccare, ma di raccontare a colpo d’occhio chi siete, cosa fate, come lavorate. 

  • FATE UNA RICERCA DI ISPIRAZIONE 💜
    Anche su Pinterest se ne trovano tantissimi che possono dare ottimi spunti.
    Per restringere il campo magari digitate “LA VOSTRA PROFESSIONE (in inglese) + BUSINESS CARDS” (es: ILLUSTRATOR BUSINESS CARDS e/o WRITER BUSINESS CARD).

  • DISEGNATE UNO SCHIZZO ✍🏻
    Prendete un pezzo di carta e provate a immaginare il risultato finale per capire cosa aggiungere, cosa togliere, cosa inventare.

  • SCRIVETE IN UN FILE A PARTE TUTTE LE VOSTRE INFO 🖥
    È essenziale per controllare che ci sia tutto e soprattutto che non ci siano errori, prima di inserire i dati nel biglietto da visita.

  • NON DIMENTICATE: 💡
    – Nome & Cognome
    – Professione
    – Numero di telefono con prefisso internazionale
    – Mail
    – Città/Stato
    – Indirizzo (opzionale)
    – Sito Web
    – Social
    – Partita IVA (se l’avete)

  • NEL FRONTE SOLO L’ESSENZIALE ➡️
    – Nome & Cognome
    – Professione

  • NEL RETRO LE INFO SPECIFICHE ⬅️
    – Numero di telefono con prefisso internazionale
    – Mail
    – Città/Stato
    – Indirizzo (opzionale)
    – Sito Web
    – Social
    – Partita IVA (se l’avete)

  • UTILIZZATE UNA PALETTE CON MASSIMO QUATTRO TONALITÀ 🎨
    A meno che non siate per i biglietti da visita in bianco e nero che però devo dirvelo: sono pericolosamente dimenticabili.

  • USATE MASSIMO DUE FONT 🔑
    Semplici e d’effetto, ma che non obblighino chi legge il vostro biglietto da visita a sforzi sovrumani per decifrare le lettere.

  • NON LANCIATEVI IN TIPI DI STAMPA E TAGLIO ESAGERATI 💌
    A meno che non abbiate un’attività super avviata e un bel gruzzoletto da investire, puntate sulle opzioni tradizionali che con una bella grafica vanno super benissimo.
    Carta patinata o ruvida a seconda dei gusti e dei colori, grammatura di 300 grammi e il classico formato da portafoglio 8,5 x 5,5 centimetri.

  • PER LA REALIZZAZIONE GRAFICA CONSIGLIO PHOTOSHOP 🖱
    Ma non aspettatevi tutorial da me, uso Photoshop solo come illustratrice, non sono una grafica! Sul Web ne troverete a bizzeffe di natura tecnica, tranquilli.

  • STAMPATENE MASSIMO 200 COPIE 📳
    In copisteria ovviamente vi diranno che più ne stampate meno spendete.
    Bene, sarà anche vero, ma la domanda è: avete intenzione di affittare un elicottero e lanciarli sulle persone a passeggio? Credo di no.
    Dovete darli solo a chi veramente è interessato, a chi “vi serve”.
    Mediamente si parla di una ventina di persone ogni grande incontro di lavoro e di grandi incontri di lavoro non ce ne sono più di dieci in un anno
    (statistica a cura della Sara Ottavia Carolei personal University, non opinabile).
    In un anno potreste: cambiare numero di telefono, mail, voler modificare la dicitura professionale, non riconoscervi più nella palette cromatica scelta.
    Piuttosto, rifateli.
    Un consiglio da una che ne ha una trentina di quelli vecchi “avanzati” che ora non darebbe più neanche sotto tortura.


    🌟CONSIGLI EXTRA🌟 
    Visto che il testo del biglietto da visita è praticamente inesistente, scegliete l’inglese.
    Sul fatto che sia la lingua di comunicazione universale non stiamo a discutere.


    Quindi no: SCRITTRICE & ILLUSTRATRICE

    Sì: WRITER & ILLUSTRATOR

    Altri consigli?
    Qualche grafico in ascolto che vuole aiutarci?
    Dite la vostra!

💌

[Cover Image: Sara Ottavia Carolei]

https://www.saraottaviacarolei.com

Cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: