Uno dei percorsi più difficili e più soddisfacenti che ho fatto è stato quello di liberarmi dai paragoni tra me e gli altri.
Mi riferisco in particolare al lavoro. 

A tutti quei “lui ha già vinto un premio letterario e ha cinque anni meno di me”,
“lei ha pubblicato tre romanzi prima dei trent’anni”,
“lui vende le sue illustrazioni a 500 dollari l’una”,  ecc.

Non si trattava di invidia, quanto più di una sorta di autoflagellazione stile David Clarke quando riappare in Revenge.
Del tipo “Sara Ottavia Carolei, sei una nullità a loro confronto!

Beh, sapete cosa?

Non è stato semplice, ma adesso posso dirvi che quella sensazione sgradevole e la cattiveria nei confronti di me stessa se ne sono definitivamente andate.

Puff! Sparite. Sparite con i loro tempi, sia chiaro, ma pur sempre sparite.

🌞Adesso penso a me, alla mia unicità e lavoro per svilupparla e per crescere.🌞

Competo con me stessa e dai successi strabilianti degli altri mi lascio “solo” ispirare, non più abbattere. 

Sapete perché?

Perché io sono io, tu sei tu. Punto. 

Le nostre strade non potranno mai davvero venire misurate con la stessa unità di misura ed è proprio questo il bello. 

🌞

[Cover Image: Sara Ottavia Carolei]

https://www.saraottaviacarolei.com

Cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: