Un fantastico incontro allo IED con l’illustratore Emiliano Ponzi

nessun commento

L’opportunità di sentire un gigante dell’illustrazione come Emiliano Ponzi raccontare la propria storia professionale e il dietro le quinte dei suoi incredibili lavori è qualcosa da cogliere al volo.
La serata di ieri organizzata da
Autori di Immagini allo IED di Milano, infatti, non me la sarei persa per nulla al mondo.

Emiliano Ponzi è un illustratore che ha veramente bisogno di poche presentazioni: collabora con The New York Times, The New Yorker, Penguin Books, Apple, Moma, Le Monde, La Repubblica, Armani, Feltrinelli, Mondadori, Einaudi…
una lista immensa e spaventosamente importante (potete trovare il suo portfolio clienti completo
qui). 

Le sue illustrazioni, che personalmente amo molto, sono il frutto di uno studio approfondito, di disciplina (parola sua) e di un amore immenso per quello che fa. 

Emiliano Ponzi durante le due ore di incontro ha ripetuto moltissime volte la parola “ossessione”, sottolineando quanto sperimentare e fare mille mila tentativi sia fondamentale per raggiungere un risultato eccellente. 

“Più volte faccio una illustrazione usando gli stessi ingredienti, più mi viene bene. È un po’ come fare la pasta al sugo.”
Ha detto riferendosi allo studio che sta dietro ai suoi lavori.
Uno studio che ci ha rivelato mostrandoci il progetto del libro per il Moma
The great New York subway map dalle matite (in gergo le prime bozze) alla versione definitiva che abbiamo potuto sfogliare fisicamente. 

Secondo Emiliano Ponzi l’obiettivo di chi fa questo lavoro deve essere trovare il proprio tono di voce, capire qual è il proprio ruolo all’interno del mercato, individuare il proprio “super potere” e svilupparlo.
Insomma, anziché seguire la massa o il “populismo delle arti visive” (definizione sua che mi è piaciuta da morire) scovare la propria strada e percorrerla. Ovviamente mi ha trovata più che d’accordo (ricordate questo mio post?) e mi ha spinta a studiare, lavorare, impegnarmi, ingegnarmi, sperimentare, imparare sempre di più. 

La cosa più bella che qualcuno di gigante come lui possa trasmettere è la voglia di correre a casa e mettersi a lavorare sodo, anche se sono già le nove di sera e tu sei in piedi dalle sei del mattino. In una parola, l’ispirazione. 

Spesso capita che nell’incontrare qualcuno di importante ci si senta piccoli e inadeguati, ma in realtà questo accade quando di fronte si hanno persone che magari hanno una capacità elevata nel proprio lavoro, ma non il vero genio. 

⚡️Perché il vero genio, come quello che Emiliano Ponzi di certo possiede, porta a condividere e a regalare a chi sa coglierli degli spunti preziosi come diamanti. 

⚡️

[Cover Image: Sara Ottavia Carolei]

Cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.