Cose che faccio per ricaricare le energie nei periodi più intensi

nessun commento

Se è vero che l’energia non nasce dal niente e non può morire, è vero anche che perché non si riduca al minimo va stimolata.
Soprattutto nei periodi più intensi.

Non possiamo stupirci dello stress se non facciamo niente per volerci bene e ricaricare le nostre energie.
Questo vale per la vita di ogni giorno, ma in particolare per i momenti ad altissima intensità.

Questa settimana, per esempio, sarà per me una specie di folle tornado. 

Tra il Salone del Mobile, consegne imminenti e la scrittura del libro che procede a velocità sostenuta per rientrare nelle deadline, ho bisogno più che mai di svegliarmi al mattino carica come un razzo della NASA e di andare a dormire senza essere a pezzettini. 

Ecco dunque le cose che faccio per ricaricare le energie:

  • Punto la sveglia un quarto d’ora prima del solito, in modo da iniziare la giornata senza ansie. 
  • Per prima cosa faccio stretching ed esercizi vari per svegliare il mio corpo nel migliore dei modi.
    Tra questi, i 5 tibetani che se non li avete mai provati giuro che vi cambieranno la vita!
    Infine dedico qualche minuto a una piccola meditazione per stabilire il mio centro e avere la serenità mentale giusta per affrontare gli impegni.
  • Inserisco momenti piacevoli tra quelli più tosti.
    Leggo un bel libro in metropolitana, ascolto podcast su argomenti che esulano dal lavoro, mi prendo cinque minuti per sedermi su una panchina al parco e osservare i cani e i bambini che giocano…
  • Bevo sempre tantissima acqua, anche mentre sono in giro.
    Non prendetela mai come una banalità, non datela per scontata: l’idratazione è la chiave primaria per il benessere.
  • Mangio bene e mangio felice: ovvero cibi leggeri e saporiti che non mi facciano addormentare, ma neanche deprimere. 
  • Organizzo la giornata in modo da non dovere correre come una pazza.
    Così i tragitti diventano piacevoli passeggiate e non corse forsennate stile Andy nel Diavolo Veste Prada. 
  • Mi ritaglio sempre una mezz’ora dopo aver finito di lavorare per allenarmi.
    Che sia una corsetta al parco, esercizi dai fantastici video di PopSugar che trovate su YouTube, una sessione di yoga o di pilates.
  • Finisco la giornata con un impegno che mi rende felice al sol pensiero sin dal mattino.

Sono cose che in realtà faccio più o meno tutti i giorni, ma che nei momenti ad alto rischio di stress diventano ancora più irrinunciabili. 

Prossimamente condividerò con voi la mia routine quotidiana, in particolare per dare qualche idea (e qualche spinta) a chi come me lavora in freelance e non sa bene come organizzare la propria giornata!


E voi? Cosa fate per ricaricarvi di energie nei periodi più intensi?

{Cover Image: Sara Ottavia Carolei}

Cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.