Reading/Writing

10 cose da sapere sui Cozy Mystery

10CoseCozyMystery-SaraOttaviaCarolei-BLOG

Io leggo Cozy Mystery, io scrivo Cozy Mystery.
Credo che mi farò fare una spilletta con questa frase e me la appunterò sul petto ogni giorno. 

Il Cozy Mystery, sotto genere del giallo, nel mondo anglofono è così popolare da avere case editrici dedicate. Spesso romanzi Cozy Mystery finiscono nella top list dei bestseller del NY Times (e non solo) e ovunque ci si volti da qualche parte se ne trova un appassionato.
Anche in Italia li amiamo molto ma… spesso non sappiamo cosa siano! Paradossale vero? Basterebbe pensare che una delle serie TV più popolari come la mia amatissima “La signora in giallo” è proprio di ispirazione Cozy Mystery!

Qui di seguito vi elenco 10 cose da sapere, 10 caratteristiche che contraddistinguono questo sotto genere.

1. Mi piace definire i Cozy Mystery dei gialli edulcorati, addolciti, ammorbiditi. In questi romanzi infatti non troviamo scene eccessivamente pesanti, spargimenti di sangue, delitti morbosi, serial killer psicopatici. Certo ci sono delle morti e le morti sono quasi sempre tristi, ma non sono mai troppo inquietanti. Certo ancora si tratta di gialli quindi i brividini ci stanno tutti, ma non saranno mai di quelli che non ci fanno respirare di notte.

2. L’ambientazione è importantissima. Al contrario di quanto si dice non è necessario che il set di un Cozy Mystery sia una piccola città. Un Cozy Mystery può svolgersi a New York, al Cairo, a Buenos Aires, a Londra, a Madrid, a Milano… Ciò che conta è che le descrizioni degli sfondi siano sempre “cozy”, appunto. Ovvero calde, carine e avvolgenti. Anche nelle scene più ricche di suspense!

3. Spesso, ma non sempre e non per forza, a condurre le indagini sono detective amatoriali.
Spesso, ma non sempre e non per forza, sono donne.
Nel mio libro sì: la protagonista infatti è una donna, Amelia, che investiga su crimini, delitti e misfatti anche se di mestiere si occupa di antichità e oggetti di uso esoterico (guarda un po’ 😌)

4. Il resto del “cast” è davvero importante. Un Cozy Mystery non è mai solitario, vi troviamo infatti personaggi spesso anche simpatici e di sicuro affascinanti che circondano il protagonista assoluto.

5. Lo humor è una componente essenziale! Serve per sdrammatizzare, per alleggerire e per colorare. Perché i Cozy Mystery sono sì gialli, ma all’interno presentano una splendida e ricchissima palette di tonalità e sfumature! 

6. Nei Cozy Mystery non c’è mai violenza gratuita come si diceva al punto n.1, ma non ci sono neanche troppe parolacce (qualcuna è concessa quando ci sta) o scene di sesso esplicite. 

7. In generale un Cozy Mystery non ha velleità da alta letteratura (evviva! Non le ho neanche io!), il linguaggio è semplice eppure sempre corretto, accurato, appropriato e di livello. Spesso a scrivere Cozy Mystery sono insegnanti, librai, bibliotecari, floricoltori, studiosi, antiquari, chef, in generale scrittori che della conoscenza fanno un valore. Le schifezze non sono mai accettate. 

8. Proprio grazie all’alta specializzazione di chi li scrive, all’interno di un Cozy Mystery si trovano in genere chicche che trascendono la trama in sé e per sé. Possono essere ricette di alta pasticceria o descrizioni dettagliate di abiti vintage, spiegazioni di come si archiviano i libri in una biblioteca o veri e propri compendi di botanica… Nel mio caso per esempio grazie alla professione di Amelia (che ha a che fare con quello di cui mi occupo, che studio e ho studiato) riesco a inserire racconti speciali che riguardano oggetti antichi, arte, teorie esoteriche, culture, musei, storia…

9. I Cozy Mystery sono gialli felici, che trasmettono positivi concetti di giustizia, equilibrio e pace.

10. I Cozy Mystery sono quasi sempre serie, il che è un’ottima notizia perché se ti appassioni a uno… sai che ce ne saranno tanti altri simili da leggere! Anche il mio con Amelia protagonista sarà il primo di quella che voglio diventi una serie pressoché infinita 😹 (rido, ma mica scherzo).


{Cover Image: Hatchard’s Books, Londra, gennaio 2020 – Sara Ottavia Carolei/Instagram}

*Sara Ottavia Carolei

Cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.