Lifestyle/Magic & Esoteric

10 cose che faccio quando mi sento sotto pressione

Buonasera, splendidi amici del blog! 🙏🏼🌸😌 Come avrete intuito leggendo il titolo di questo post, al momento mi sento sotto pressione. Per quale motivo, volete sapere? Il secondo libro de “I misteri di Amelia Montefiori” in uscita, un nuovo progetto ancora segreto, una collaborazione inaspettata, grandi cambiamenti di vita, forti responsabilità… 

C’è tanto movimento e sono dentro a un turbinio di questioni da risolvere, affrontare e gestire, ma sapete una cosa? Sono felice! Perché ho fede nella magia dell’Universo di incastrare le cose, certo. Ma anche perché ogni santo, santissimo giorno, mi concentro sul mio equilibrio complessivo, consapevole che è tutto ciò che conta. Corpo, mente, spirito. Se smetto di volere bene a una di queste tre essenze, anche le altre presto o tardi funzioneranno male. 

Perciò, eccoci qui, veniamo al punto. O meglio, ai 10 punti. 

Alle 10 cose che faccio quando mi sento sotto pressione.

1. Respiro

Più di un semplice prendere fiato, mi concentro con dolcezza sulla respirazione addominale/diaframmatica per almeno un minuto. Lo faccio come se fosse una micro meditazione: visualizzo cattive energie che se ne vanno quando espiro, visualizzo luce che mi riempie quando inspiro. 

2. Ballo

Dal mio passato di danzatrice professionista ho appreso l’arte della disciplina e anche quanto siano potenti guaritori il ritmo e le melodie. Scelgo la musica che più mi avvolge, mi calma e mi riempie in quel preciso istante e lascio che il mio corpo si liberi. A volte capita che ripeta una serie di movimenti in una coreografia improvvisata, più spesso semplicemente scuoto i fianchi e saltello per casa coinvolgendo chi trovo nel mio cammino, che sia Teodora la gatta, il fidanzato o amici di passaggio. 

3. Creo ordine

“Creo”, esatto, non “metto” o “faccio” ordine, lo creo. Per creare ordine nel corpo: mi idrato, mi nutro di cibi sani, colorati, gustosi e felici, faccio yoga, pilates ed esercizi di danza, vado a camminare nel verde, mi immergo nella vasca per un bagno caldo magico
Per creare ordine nella mente: stacco da Instagram e Pinterest, metto un punto al lavoro svolto fino a quel momento, stilo una To-Do list che mi aiuti a fare chiarezza, leggo. 
Per creare ordine nello spirito: medito, ascolto persone che trovo di ispirazione parlare di temi evolutivi, compio rituali che vanno dal classico (sempre efficace) purificare con incensi, salvia, oli essenziali ad altri più complessi che custodisco per me.

4. Mi connetto con il Sacro Femminile

È facile che nei periodi come quello che sto vivendo sia l’energia del Maschile a predominare. Il controllo, la forza, l’assertività, la concentrazione che sono portata a esercitare rischiano di soffocare l’energia del Femminile. Al fine riequilibrare i due aspetti invoco la mia Dea Interiore attraverso meditazioni, affermazioni e offerte, scelgo profumi morbidi, indosso abiti che mi facciano sentire bene e bella. E soprattutto esercito le qualità del femminile: empatia, amore, intuito, cura, comprensione, espressione coraggiosa. 

5. Cucino

Che sia un piatto improvvisato con quello che ho in casa, un dolce, del pane, una cenetta romantica studiata nei dettagli… Metto in sottofondo musica che trasmetta vibrazioni calde e preparo ciò che più mi va! Così, spesso al punto 5. si sovrappone il punto 2.

6. Onoro i miei progressi

Ogni passo in avanti è un passo enorme, ricordarmelo quando mi sento stressata e poco motivata mi restituisce immediata fiducia. Può funzionare anche percorrere a ritroso la strada. Per esempio rileggere recensioni rincuoranti del mio primo libro, guardare vecchie foto, prendere in mano il diario di un anno fa…

7. Chiedo aiuto

Ho la fortuna di avere intorno persone accoglienti e sostenitrici alle quali posso riferirmi che sia per una parola di incoraggiamento, per una risata libera, per uno spuntino preparato con amore mentre sono incollata alla scrivania. Ci ho messo tanto a capire quanto sia importante chiedere aiuto e sto ancora imparando a farlo, ma sono sulla buona strada.

8. Mi avvolgo in una bolla di conforto e dolcezza

Il classico trio copertina soffice, tazza fumante e libro/film/serie TV funziona meravigliosamente per me. Lo accompagno anche a candele (che in casa mia come sapete sono sempre accese), a un olio essenziale rilassante (lavanda, mandarino, vaniglia…) che metto un po’ nel diffusore e un po’ sui miei punti energetici. Di solito il “mi avvolgo in una bolla di conforto” è preceduto da una doccia distensiva che mi lascia profumata e letteralmente ripulita dalle tensioni. 

9. Accetto il presente

Così accade la più grande magia, quella della trasmutazione. I nodi si sciolgono, le ansie evaporano e la pace mi abbraccia. 

10. Sento profonda gratitudine

L’esercizio della gratitudine è quotidiano e continuo nella mia vita, ma nei momenti tosti si rende ancor più prezioso. Oltre a rammentare a me stessa quanto io sia benedetta e fortunata, mi concentro sulla magia dell’attimo presente (vedi punto 9.) ed estendo la gratitudine al “semplice” fatto di stare vivendo. 

———————————————————————————————-

Un abbraccio magico a voi streghette & streghetti miei! 

🙏🏼🌸😌

{Cover Image: Sara Ottavia Carolei}

*Sara Ottavia Carolei

Cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.