Reading

Leggere senza pregiudizi: perché è importante

Leggere senza pregiudizi - Sara Ottavia Carolei

Leggere senza pregiudizi – Sara Ottavia Carolei

Buongiorno anime stupende, come state? Come vanno le vostre letture? Innanzitutto spero che ce ne siano e che siano numerose, perché la lettura è un’attività magica e leggere senza pregiudizi è davvero importante. 

Ultimamente mi è capitato, sempre più spesso, di imbattermi in polemiche riguardo ai generi letterari.
In particolare su Instagram. C’è chi dice che leggere romance sia “da signorine sciocche”, chi dice che leggere fantasy sia “da nerd”, chi dice che leggere Young Adult quando non si è più teenager sia “da deficienti”. 

Insomma, pare esista ancora chi sostiene ci siano generi letterari di serie A, B e pure Z. E che, dunque, esistano lettori di serie A, B e pure Z.

Non mi impegno per far comprendere a chi dice certe cose quanto siano, non solo tristi, ma anche profondamente fuorvianti sotto ogni punto di vista. È energia buttata via. 

Parlo invece a chi tra voi ha superato un certo scoglio nella coscienza e sa che denigrare un tipo di lettura a favore di un altro è il torto più grande che possiamo fare a noi stessi in quanto lettori. 

Leggere è potente, è rigenerante, è crescita. Un libro contiene una certa dose di magia, sia che si tratti di un classico della letteratura russa che di un Harmony. 

Miriamo alla vera qualità della nostra lettura e per qualità intendo: facciamoci scegliere da un libro, ma se scopriamo che non risuona davvero con noi, lasciamolo andare. Anche se l’abbiamo aperto da appena venti pagine. E se ci sentiamo attratti da un libro che appare fuori dal nostro percorso, tanto meglio. Acchiappiamolo e leggiamolo.

La vita terrena è breve, i romanzi in circolazione sono sempre di più, l’arricchimento che deriva dalla lettura è un flusso che non va interrotto. 

Il fine primario del leggere dovrebbe essere, a mio sentire, il piacere. È  solo provando gusto durante una lettura che ci apriamo a nuove prospettive, che ci lasciamo trasportare ed evolviamo. 

Il fine secondario dovrebbe essere l’apprendimento e, credetemi, da ogni libro c’è qualcosa da imparare. 

Se oltre a leggere si scrive, come nel mio caso, allora a maggior ragione i confini nella letteratura devono sparire e ci si deve tuffare nelle più variegate letture. Per arricchire il lessico, per catturare nuovi spunti, per allargare gli orizzonti. 

Insomma, anime belle, per me leggere senza pregiudizi è importante, è la chiave per accedere a un mondo più variegato e, appunto, meno intriso di giudizio. 

Voi che ne pensate? Vi è mai capitato di essere discriminati a causa dei libri che leggete? 

———————————————————————————————-

Un abbraccio magico a voi! 

💘📔

{Cover Image: Sara Ottavia Carolei}

*Sara Ottavia Carolei

💌 Ti è piaciuto questo post? Lo hai trovato utile? Condividilo sui social e lascia un commento. Il tuo supporto è prezioso! 🙏🏼

Cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.