Scrivere una serie: i miei consigli

Il terzo libro de I misteri di Amelia Montefiori è in fase di ritocchi finali.
I primi due romanzi li ho scritti e pubblicati nel corso di tredici mesi: a maggio 2020
“Tulle, scorpioni e fantasmi”, a giugno 2021 “L’isola dei tarocchi”. Dopodiché a novembre 2021 è uscito “Magici intrecci a Violet Bay”. Un romanzo autoconclusivo, fuori dalla serie, che ha richiesto un lavoro differente.
In questo percorso ho realizzato che tra il creare un libro autoconclusivo e lo scrivere una serie ci sono oceani di mezzo. Oggi parliamo delle serie. E dei miei consigli per scriverne una.  

💎 CONOSCERE A FONDO I PERSONAGGI

Già è importante per qualsiasi romanzo, ma per una serie diventa davvero imprescindibile! Mettiamo il caso che nel primo libro parliate di un personaggio ricorrente allergico alle fragole. Bisogna che lo ricordiate, così che non lo facciate finire in shock anafilattico in un volume successivo.
Della mia protagonista, Amelia Montefiori, so perfino cose che probabilmente non userò mai nei romanzi. Sono certa però che siano queste cose segrete a rendere tanto speciale il mio rapporto con lei e il suo rapporto con i lettori. 
Dovete sapere chi sono i vostri personaggi, insomma, essere intimi con loro. Avere ben chiaro da dove vengono, dove sono diretti, che esperienze hanno fatto, cosa li ha segnati. Nel corso del tempo e dei romanzi i personaggi ricorrenti si trasformeranno e si evolveranno come sarebbe naturale per ciascuna anima incarnata. Di queste mutazioni va tenuta traccia!

💎 MANTENERE UN FILO CONDUTTORE

Oltre al tema principe, naturalmente. Il filo conduttore può essere una sottotrama romance (come nel mio caso con I misteri di Amelia Montefiori), un dettaglio che torna, l’ambientazione, un personaggio secondario che compare sempre nello stesso momento… O più di una di queste cose! 

💎 ARMONIZZARE LA GRAFICA

Copertine impostate uguali, immagini nello stesso stile, font, impaginazione… Pensateci! È una serie, il che significa che le lettrici e i lettori devono riconoscerla subito come tale. 
A gennaio 2021 ho lavorato a una grafica completamente rinnovata e personalizzata de I misteri di Amelia Montefiori. Perché i libri fossero armonici tra loro, ho rifatto anche la copertina e l’impaginazione del primo: “Tulle, scorpioni e fantasmi”. Un lavoro impegnativo, ma ne è valsa la pena. 

💎 LAVORARE ORDINATAMENTE

Raccogliete in una cartella madre del computer tutti i file relativi alla serie, a loro volta accuratamente suddivisi in sotto cartelle. Usate un programma ad hoc (come Scrivener) nel quale inserire le schede dei personaggi, dei luoghi, degli oggetti, delle ispirazioni ricorrenti. Rinominate ogni file in modo che vi sia facile ritrovarlo. Se usate anche quaderni, come faccio io, teneteli tutti insieme e usateli solo per lavorare alla serie. 

💎 CRESCERE SEMPRE

Così come crescono i personaggi, crescono le storie. Cresce la scrittura, cresce la narrazione. Impegnatevi affinché il libro successivo sia sempre migliore del precedente. È così che manterrete alto il vostro amore per la serie. E quello di chi la legge.  

💎 AVERE ALTE ASPIRAZIONI

Scrivere e pubblicare una serie è una scelta ambiziosa che richiede la giusta dose di tenacia e confidenza. Qualunque sia la vostra idea di successo, ciò che importa è che visualizziate per la serie di raggiungerlo. E di superare le aspettative. 

Una precisazione: serie non vuol dire saga. Ogni libro appartenente a una serie va pensato come indipendente dagli altri, ma la storia dei personaggi può (direi “deve”) rimanere aperta. Insomma: anche se andare in ordine è di sicuro più coinvolgente, in una serie si deve poter leggere tranquillamente il quinto volume senza passare per forza dal primo.  

Un abbraccio magico a voi! 

✍🏼💎

{Cover Image: Sara Ottavia Carolei}

*Sara Ottavia Carolei

Condividi con noi il tuo sentire! 💟