L’ambientazione in un romanzo

🌎📌✍🏼🧡 Comincio subito svelandovi un segreto che forse così segreto poi non è, almeno per chi mi segue da un po’ e ha letto i miei romanzi: l’ambientazione è il primo aspetto concreto su cui mi concentro quando comincio a lavorare a una storia. 

Lo scenario nel quale prende forma e si sviluppa un racconto è un elemento fondamentale. Può portare con sé messaggi, abbracciare e/o ostacolare i personaggi, collaborare attivamente all’evoluzione della trama…
A volte l’ambientazione stessa di un romanzo può addirittura diventare protagonista!

È quello su cui mi sono concentrata nel caso del secondo romanzo della serie I misteri di Amelia Montefiori, “L’isola dei tarocchi”. 
L’Isola di Esperanza, che ho creato nella mia fantasia, è insieme ad Amelia la vera attrice principale. Ha una sua anima, si muove, comunica, custodisce. Ogni dettaglio di quel luogo ha un significato e un potere. 

Non solo per “L’isola dei tarocchi” ho dato importanza all’ambientazione, però. Nel primo romanzo della serie, “Tulle, scorpioni e fantasmi”, gli eventi si svolgono tra Milano e la riviera ligure. Una scelta funzionale alla storia e alla presentazione al mondo della mia protagonista Amelia Montefiori.  In “Magici intrecci a Violet Bay”, il Magical Romance autoconclusivo che ho pubblicato a novembre 2021, la storia invece ha inizio in una torrida Manhattan per poi spostarsi nella pacifica, allegra, rigenerante Violet Bay nel Maine. Anche Violet Bay è inventata è anche lei è grande protagonista, basti pensare al fatto che sia presente nel titolo. 

Insomma, è importante prestare le giuste cure e la giusta attenzione allo sfondo nel quale il vostro romanzo si dipana, anime belle. Pensateci: una faccenda che voi stesse vivete in prima persona sarebbe differente se avvenisse in una metropoli affollata, in una cittadina di montagna, in una foresta o in un ambiente chiuso. Cambierebbe il modo in cui vi rapportate agli eventi, il vostro stato d’animo. Cambierebbero gli alleati ai quali vi appoggiate. 

Ci sono tante domande da porsi quando il seme di una nuova storia arriva a voi e qui ve ne avevo suggerite ben 50. Tra queste, noterete che ce ne sono diverse legate all’ambientazione e vi consiglio di partire da loro per stabilire gli elementi base dello scenario. Una volta che avrete risposto, approfondite questi aspetti: 

🌎📌✍🏼🧡 IL MESSAGGIO DELL’AMBIENTAZIONE

🌎📌✍🏼🧡 LA SIMBOLOGIA DELL’AMBIENTAZIONE 

🌎📌✍🏼🧡 COSA VOGLIO CHE TRASMETTA L’AMBIENTAZIONE?

🌎📌✍🏼🧡 IN CHE MODO I LUOGHI ENTRANO NELLA STORIA?

🌎📌✍🏼🧡 LO SCENARIO HA UN SUO RUOLO DIRETTO?

🌎📌✍🏼🧡 LA PROTAGONISTA È A SUO AGIO O A DISAGIO NELL’AMBIENTE CHE LA CIRCONDA? 

🌎📌✍🏼🧡 LA PROTAGONISTA PROVA UN SENSO DI PROTEZIONE O DI RIBELLIONE VERSO L’AMBIENTE CHE LA CIRCONDA?

🌎📌✍🏼🧡 LA PROTAGONISTA SI SENTE PROTETTA O MINACCIATA DALL’AMBIENTE CHE LA CIRCONDA?

🌎📌✍🏼🧡 CHE GENERE DI DESCRIZIONI VOGLIO USARE?

Queste sono tutte domande che possono applicarsi sia all’opzione di un’ambientazione conosciuta che all’opzione di un’ambientazione immaginaria, ma tra le due esistono differenze immense che meritano un approfondimento speciale. Per questo dedicherò un post più avanti alle ambientazioni conosciute e un altro alle ambientazioni immaginarie. 

Curiosità: il portone dell’immagine si trova a Malta, luogo in cui mi è arrivata l’ispirazione per “L’isola dei tarocchi”. Non l’ho usato come riferimento diretto nella storia, ma è sempre stato nel mio moodboard. Questo perché nel momento in cui ho scattato la foto ho percepito una bellissima sensazione magica che tuttora arriva quando penso al romanzo che ho scritto! ☺️💗🙏🏽🐚⭐️ 

Un abbraccio magico a voi! 

🌎📌✍🏼🧡

{Cover Image: Sara Ottavia Carolei}

*Sara Ottavia Carolei

💌 Ti è piaciuto questo post? Lo hai trovato utile? Condividilo sui social e lascia un commento. Il tuo supporto è prezioso! 🙏🏼

Condividi con noi il tuo sentire! 💟