Categoria: Reading

Cozy Mystery: cosa sono e perché ne vado matta

Ieri, mentre gironzolavo tra gli scaffali del Libraccio sul Naviglio Grande con una pila di romanzi gialli in sconto tra le mani, ho notato una volta ancora quanto sia carente la conoscenza dei romanzi Cozy Mystery in Italia. 

“Raramente ciò che è importante è anche urgente”

Ho incontrato questa frase nel romanzo di John le Carré Un delitto di classe e da quando l’ho letta, trascritta sul mio diario e poi condivisa in una story su Instagram, non riesco a smettere di rifletterci sopra. 

Farfalle Nere (Tara Bray Smith)

Farfalle Nere di Tara Bray Smith è uno di quei libri che sono rimasti per svariati mesi nella zona della mia libreria dedicata ai “da leggere”. 

Piccoli sporchi segreti (Meg Gardiner)

Di questo thriller ne parlava benissimo Stephen King e io dei suoi consigli di lettura mi sono fidata ciecamente moltissime volte e ne sono stata felice. Questa volta, invece, sono rimasta con un grosso senso di insoddisfazione. 

Nella notte un grido (Mary Higgins Clark)

Nella notte un grido, pubblicato per la prima volta nel 1982, è un thriller psicologico capolavoro di suspense che, come un altro romanzo che ho recensito qui di recente, riprende temi cari al mio amatissimo Alfred Hitchcock. 

Cos’è successo a Ellen? (Louise Douglas)

È una splendida sensazione quella di approcciarsi a un libro senza grandi aspettative e poi invece scoprire una storia appassionante e scritta bene. Esattamente quello che mi è capitato con Cos’è successo a Ellen? di Louise Douglas.

La donna alla finestra (A. J. Finn)

Gli americani hanno un termine per libri come questo: UNPUTDOWNABLE. Letteralmente “impossibili da mettere giù”. Per leggere La donna alla finestra di A.J. Finn infatti ho rimandato un lavoro urgente e in dodici ore di orologio l’ho divorato.